Tuo figlio è un buon motivo per smettere di fumare


Fumare è un bruttissimo vizio e io lo so bene.

Forse non tutti voi sapete che ho un lungo passato da fumatrice, ormai ex da diversi anni e ben felice di esserlo. A ripensarmi ora faccio davvero fatica a vedermi in quei panni. Adesso che sono libera dalla schiavitù del fumo mi sembra che non mi sia mai appartenuto. Eppure fumavo e mi piaceva, anche se il mio è sempre stato un rapporto di amore-odio.

Odiavo sentire la puzza di fumo sugli abiti e sui capelli , odiavo l’idea dell’alito che sa di sigaretta, odiavo che gli altri percepissero tale odore e ne fossero infastiditi. E poi i soldi per comprarle che spesso venivano tolti ad altre cose. La frustrazione data dalla consapevolezza che era denaro andato in fumo nel vero senso della parola. Poi la pesantezza delle persone che non smettevano mai di ricordarmi che il fumo fa male, ma che inconsapevolmente suscitando in me tensione alimentavano il desiderio di fumare. E poi voler smettere perché è vero che il fumo fa male, ma non riuscirci e ad ogni fallimento fumare più assiduamente di prima. Mammamia che brutta cosa!

Però poi ce l’ho fatta a smettere di fumare, non so come, non so cosa sia scattato in me, ma un giorno ho buttato via le sigarette ed stato definitivamente.

Da allora non ho più avuto desiderio di una sigaretta e augurerei a tutte le persone che vogliono smettere di fumare che gli scattasse quel qualcosa che è scattato in me e che smettessero di colpo, così, senza sofferenza né tentazione né ripensamenti. Ma so che il mio è un caso fortunato e che per la maggior parte dei fumatori è difficile, una vera battaglia, e per riuscire devono caricarsi di determinazione e metterci tanta buona volontà.

Sapete che ai bambini le sigarette fanno profondamente schifo? Che si preoccupano per la salute dei genitori e che non amano per niente sentire l’odore della sigaretta addosso al papà o alla mamma?

Questo è ciò che è emerso da un servizio di Matteo Viviani, la iena dello storico programma, che ha intervistato bambini figli di genitori fumatori per capire quali conseguenze si ripercuotessero su di essi, quali pensieri e quali stati d’animo provassero. I genitori che hanno ascoltato in diretta le interviste da una stanza accanto hanno realizzato solo in quel momento cosa pensavano i propri bambini del loro vizio e la cosa li ha molto colpiti.



Ecco che i bambini con tutta l’innocenza e la sincerità di cui sono capaci riescono ad essere una spinta motivazionale per smettere di fumare.

Tempo fa le metodologie per smettere di fumare erano poco gradevoli e quasi del tutto inefficaci.

Al giorno d’oggi un aiuto concreto per smettere di fumare ce lo forniscono i vaporizzatori personali (detti anche e-cig) combinati ai liquidi aromatizzati, meglio ancora se SENZA NICOTINA come quelli proposti da Vaporart.

E se proprio non si riesce a smettere o non si vuole, di certo possono costituire un’alternativa per limitare il consumo di sigarette, migliorare lo stile di vita e abbassare drasticamente i rischi per la salute.

Ovviamente è di fondamentale importanza rivolgersi ad aziende affidabili capaci di garantire prodotti sicuri e certificati.

Vaporart è un’azienda italiana nata nel 2013 che produce liquidi aromatizzati per vaporizzatori elettronici. L’azienda in breve tempo è stata in grado di distinguersi per l’elevata qualità e l’ampia scelta sia di liquidi pronti che di aromi concentrati per gli amanti del “fai da te”.

 

I prodotti che compongono i Liquidi Vaporart sono di purezza di grado farmaceutico, di produzione esclusivamente italiana e dotati di Certificazione Europea FU e EP.

Tali prodotti sono stati analizzati dal laboratorio di Tossicologia Forense di Milano e dai risultati è emerso come l’utilizzo di vaporizzatori elettronici abbinati a liquidi senza nicotina sia molto meno nocivo alla salute rispetto al consumo di sigarette tradizionali.

Altra cosa emersa da analisi a campione su tutti i liquidi vaporizzati acquistati -con e senza nicotina- è che non contengono percentuali di metalli pesanti tali da ritenersi dannosi.

Vale dunque la pena, per tantissimi motivi ma principalmente per amore di noi stessi e di chi ci vuole bene, preferire i vaporizzatori personali abbinandoli ai liquidi Vaporart senza nicotina per ridurre il consumo di sigarette o meglio ancora per smettere di fumare.

Rispondi