Cotognata o gelatina/confettura di mele cotogne

mele cotogne

Per fare una buona confettura di mele cotogne o Cotognata non occorre essere cuoche provette, il procedimento è molto semplice e la riuscita è assicurata.

Occorre per ogni kg di mele cotogne un chilo di zucchero.
Sei o sette mele cotogne di media grandezza sono all’incirca un chilo di peso, questo giusto per darvi un indicazione.
Pesate sempre la frutta e ricordate che le quantità sono riferite alla frutta pulita.
Per ottenere un litro e mezzo di confettura occorrono 2 kg di mele cotogne.
Ingredienti:

  • 2 kg di mele cotogne
  • 2 kg di zucchero
  • 1 bicchiere di succo di limone filtrato
  • 1 bicchiere del liquido di cottura oppure di acqua

mele cotogne pezzi

Procedimento:
Laviamo le mele fregandole bene per eliminare la pelurietta che le ricopre, priviamole del picciolo.
In una pentola sufficientemente capiente a contenere bene le mele portiamo ad ebollizione dell’acqua e immergiamoci la frutta. Lasciamo cuocere per 30 minuti circa, dopo di che lasciamole raffreddare nell’acqua di cottura stessa.
Quando si saranno raffreddate sbucciamole, eliminiamo il torsolo e tagliamole a pezzettoni di circa 4 cm. Irroriamo i pezzettoni con il succo di limone.
Passiamo la frutta con il passaverdure per ottenere una purea abbastanza omogenea e densa. Alcuni buttano via il liquido di cottura e utilizzano acqua per procedere con la seguente fase, io no, vi consiglio di filtrarlo e recuperarne almeno un bicchiere.
Versiamo il passato di mele cotogne nuovamente nella pentola, aggiungiamo lo zucchero e il liquido o l’acqua. Portiamo nuovamente ad ebollizione e mescoliamo con un cucchiaio di legno facendo attenzione a non fare attaccare il composto.
Cuocere per circa 30 minuti.
La Cotognata è pronta!

A questo punto non ci rimane che confezionare la Cotognata nei barattoli ermetici, ne occorrono quattro.

Riempiamo i barattoli, avvitiamo bene il coperchio, capovolgiamoli e bolliamoli a bagnomaria per sterilizzarli per alcuni minuti.
Fare raffreddare e riporre in luogo fresco e asciutto al riparo dalla luce.

cotognata o gelatina di mele cotogne

  • chi volesse può aggiungere all’acqua di cottura dell’anice stellato per aromatizzare, ricordarsi però di eliminarlo.
  • c’è chi al succo di limone aggiunge anche l’aroma di vaniglia all’acqua nella seconda fase di cottura.
  • la cotognata non è altro che la confettura di cotogne lasciata essiccare così da poterla tagliare col coltello, basta riempire degli stampini col composto, lasciarli essiccare naturalmente, oppure accelerarne l’essiccatura al forno.
  • se gradite che la marmellata sia meno dolce diminuite leggermente le dosi e utilizzate lo zucchero di canna.
    Non chiamatela marmellata ma confettura. La marmellata è fatta di agrumi quali il pompelmo, limone, arancio etc.
  • La confettura, invece, è un composto fatto con gli altri tipi di frutta.

Con questa marmellata ho realizzato dei deliziosi dolcetti Fagottini disfoglia alla Mela Cotogna e Amaretti.
Buona preparazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *