Buongiorno amici,
ricette di pesce ne propongo davvero poche perché in famiglia ho mio marito che non lo ama molto e piuttosto che sentirlo bofonchiare o vederlo sprecare il cibo, rinuncio a cucinarlo e qualche volta lo preparo per me che a pranzo sono spesso  da sola.
Alcuni giorni fa ho cucinato delle code di gambero in tempura e le ho dato un tocco finale di gusto aggiungendo, a crudo, un filo di olio al limone Vom Fass.
Prima di procedere con la ricetta, vi voglio brevemente presentare questa azienda e i suoi prodotti che sono davvero molto particolari e di grande qualità.
Vom Fass è un’azienda nata in Germania nel 1995. In breve tempo si sviluppa ed espande fino a contare 150 punti vendita nell’intera regione e allargandosi -attraverso il metodo franchising- con l’apertura di negozi in tutto il mondo.
Produce e vende prodotti sfusi alla spina, quali: grappe, liquori, distillati, vini, aceti balsamici, oli aromatizzati, sali e spezie.

    In Italia arriva nel 2008 con il suo primo negozio aperto a Vicenza, dove vi ha sede anche l’azienda che si occupa del marchio nel nostro territorio, e in breve aprono punti vendita in tante altre nostre città.
    Nei negozi Vom Fass l’ambiente è accogliente e familiare, l’atmosfera unica, quasi magica e i prodotti sono tenuti nei loro contenitori di produzione (botti, anfore, orce etc.)

    Il motto di Vom Fass è “Guarda – Assaggia – Degusta”, per cui potrete assaggiare qualsiasi prodotto, scegliere in quale bottiglia confezionarlo e anche farvela -eventualmente- personalizzare con una scritta fatta a mano dal negoziante.
    Adesso è possibile acquistare anche on line attraverso il fornitissimo store che troverete all’indirizzo shop.vomfass.it.

    L’olio di oliva aromatizzato al Limone Vom Fass è ideale per condire piatti di pesce, fritti misti, verdure cotte o insalate. E’ un olio di alta qualità, dall’aroma delicato che esalta -senza coprire- i sapori e che rende meglio se aggiunto a crudo o non scaldato troppo.

    Passiamo ora alla ricetta che è tipica giapponese e per tempura si intende piatti di verdure e/o pesce in leggerissima pastella.

    – CODE DI GAMBERI IN TEMPURA- 

    Ingredienti per 4-5 persone: 

    • code di gambero 
    • 300 ml di acqua molto fredda
    • 200 g di farina tipo ’00
    • 120 g di amido di mais 
    • 1/2 tuorlo d’uovo
    • sale q.b.
    • olio al limone Vom Fass 
    • olio per friggere


    Per prima cosa premuriamoci di avere a disposizione acqua molto fredda perché è fondamentale l’escursione termica tra pastella e olio bollente per la buona riuscita di un fritto leggero, croccante e poco unto. Perciò mettiamola con largo anticipo in frigorifero o, se il tempo a disposizione è poco, in freezer.

    Andrebbero bene anche i gamberi già sgusciati e puliti, ma facendolo da noi manterremmo le codine e otterremmo una migliore resa scenografica del piatto.

    Per pulirli procediamo in questo modo: con un paio di forbici da cucina incidiamo la coda sulla parte dorsale per l’intera lunghezza, eliminiamo il carapace (la corazza) mantenendo solamente la codina. Eliminiamo l’intestino che è quel filo lungo e scuro che percorre la lunghezza dove abbiamo praticato l’incisione. Ricordiamoci sempre di asportare l’intestino che contiene sabbia e che rovinerebbe il piatto rendendolo immangiabile. Eseguiamo l’operazione sotto l’acqua corrente per essere sicuri di lavare bene   da eventuale sabbia e altri residui. Mettiamo le code di gambero pilite a scolare dall’acqua.

    Prepariamo la pastella per tempura giapponese stemperando le farine con l’acqua molto fredda e il mezzo tuorlo d’uovo (intero a patto che l’uovo sia di piccole dimensioni).
    Otterremo un composto molto liquido ma allo stesso tempo corposo e che ben aderirà, avvolgendole, le nostre code di gambero.
    In una capiente casseruola versiamo abbondante olio per fritture e portiamo a temperatura di 170°,  cerchiamo di mantenerla costante per evitare di ottenere un fritto troppo molliccio in caso di olio non ben caldo o, inversamente, bruciacchiato fuori e crudo dentro.

    Tuffiamo le code di gambero nella pastella, preleviamole una per volta lasciando scolare velocemente l’eccesso e tuffandole nell’olio bollente. Rigiriamole due o tre volte e preleviamole quando la pastella sarà ben croccante e dorata.  Mettiamo incarta assorbente per asciugarle dall’olio e poi trasferiamole nel piatto di portata.
    Ho accompagnato le mie code di gambero in tempura con zucchine grigliate, entrambe le ho insaporite con un filo di olio aromatizzato al limone Vom Fass e un pizzico di sale.

    Buon appetito! ^__^

    Code di gambero in tempura
    Tagged on:         

    0 thoughts on “Code di gambero in tempura

    • 8 aprile 2014 at 11:13
      Permalink

      Wow..che delizia la tua tempura di gamberi!!! Io non ho mai provato a farla!!
      Con quel tocco di olio al limone poi chissà che freschezza!!

      Reply
    • 8 aprile 2014 at 11:23
      Permalink

      Sai che ho sentito parlare molto bene dei prodotti vom fass??? sarà che in giro ho visto tante ricette sfiziose con questi olii!

      Reply
    • 8 aprile 2014 at 14:02
      Permalink

      Che buoni questi gamberi,chissà che gusto aggiungendo questo olio Vom fass al limone,molto curiosa di assaggiare anche io quest olio !

      Reply
    • 8 aprile 2014 at 17:48
      Permalink

      Wow, hai appena scritto la ricetta di una pietanza che era presente nel menù delle mie nozze. Vorrei assaggiare l'olio Vom fass al limone. Io amo i gambari in tempura 🙂

      Reply
    • 8 aprile 2014 at 18:52
      Permalink

      Io non sono mangiatrice di pesce, ma mio marito è un golosone incredibile e divorerebbe volentieri tutte le tue code di gambero. Non conoscevo Vom Fass ma immagino che fosse perfetto sulla tempura 🙂

      Reply
    • 8 aprile 2014 at 20:14
      Permalink

      Non sapevo dell'uso della farina di mais nella tempura, sarà che non l'ho mai preparata (mangiata solo un paio di volte e cucinata da altri). Con queste belle giornate tiepide una buona frittura di pesce, ma anche la tempura mista ha il suo perché, accompagnata da un bianco gelato ci sta tutta. Spunto per uno di questi fine settimana. L'olio aromatizzato al limone mi mancava.

      Reply
    • 8 aprile 2014 at 22:31
      Permalink

      che delizia i tuoi gamberi..mi fanno venire l'acquolina in bocca..la tempura è perfetta e sembra un fritto croccante e leggero…
      non conoscevo von fass ma credo che un olio aromatizzato con le zucchine alla griglia sia un ottimo abbinamento

      Reply
    • 8 aprile 2014 at 23:16
      Permalink

      che squisitezza che devono essere super deliziosi e bellissimi, li voglio provare a fare anche io^_*

      Reply
    • 8 aprile 2014 at 23:27
      Permalink

      i tuoi gamberi in tempura sono perfetti, a me capita che si stacca la pastella uff, seguirò la tua ricetta perchè il risultato è ottimo

      Reply
    • 9 aprile 2014 at 1:06
      Permalink

      Sto sentendo parlare molto bene dei condimenti proposti da Vom Fass, certo avere un olio già aromatizzato al limone è una bella praticità, chissà che buon profumo e che buon sapore dona ai piatti. Complimenti per le tue code di gambero in tempura, hanno un aspetto croccante e invogliante

      Reply
    • 9 aprile 2014 at 1:23
      Permalink

      queste code di gambero in tempura sono spettacolari, non ho mai avuto modo di provare i prodotti Vom Fass, ammetto che l'olio al limone è parecchio invitante, sicuramente ha contribuito positivamente per la perfetta riuscita della tua ricetta

      Reply
    • 9 aprile 2014 at 2:55
      Permalink

      Ti sono venute davvero benissimo! sono la perfezione fatta code di gambero in tempura!!! In aggiunta l'utilizzo di questo olio aromatizzato al limone deve avere dato un retrogusto davvero piacevole alla tua preparazione smorzando il gusto dolce del gambero!

      Reply
    • 9 aprile 2014 at 9:35
      Permalink

      io amo i gamberi e cosi pero non li avevo mi cucinati ,i tuoi hanno un aspetto molto appetitoso li rifarò sicuramente devo solo procurarmi olio al limone Fass 🙂

      Reply
    • 9 aprile 2014 at 10:58
      Permalink

      Complimenti Rossana per questa graziosa ricetta! Grazie e alla prossima.
      Un saluto ai fans!

      Reply
    • 9 aprile 2014 at 11:56
      Permalink

      che bonta'.ho appena letto una ricetta veloce e gustosa.un nuovo modo di mangiare code di gambero.come sempre bravissima

      Reply
    • 9 aprile 2014 at 12:32
      Permalink

      Mia cara questo piatto è degno della migliore rivista di novelle cousine! Non solo trovo fantastico l'accostamento tra le code di gambero in tampura con le zucchine grigliate ma in aggiunta le tue code di gambero sono dorate al punto giusto! Mi incuriosisce moltissimo questo olio aromatizzato al limone con cui hai arricchito la tua ricetta! Volgio provarlo anche io! Un tocco di raffinatezza ed originalità!

      Reply
    • 9 aprile 2014 at 15:18
      Permalink

      Io invece al contrario di tuo marito preferisco i piatti a base di pesce, bé se non gradisce lo sostituisco io, visto che i tuoi piatti sono deliziosi ^_^ Vom Fass sinceramente come azienda mi è nuova, ma sicuramente rimedierò perché voglio provare l'aceto balsamico in queste nuove varianti. Grazie

      Reply
    • 11 aprile 2014 at 15:43
      Permalink

      Davvero un prodotto indispensabile in cucina, sono tanti i piatti che si possono aromatizzare con una specialità Vom Fass.
      Erry

      Reply

    Rispondi