Rodi… tra storia e bellezza


2443 1054075884122 1592554746 129128 1815310 n

Da diversi anni a questa parte per noi Estate è sinonimo di Grecia, e visto quanto ci siamo trovati bene e quanto l’isola ci abbia conquistato abbiamo deciso di intraprendere per la seconda volta un viaggio a Rodi, considerato che la nostra prima visita si è svolta soltanto per una settimana e fuori stagione. 

Rodi è l’ Arcipelago più esteso del Dodecanneso e consta di 200 isole, solo 20 di esse però sono abitate; il suo paesaggio è molto vario, si passa da zone con una estesa vegetazione, che …..ahimè….quest’anno sono state colpite da vasti incendi che ne hanno purtroppo minato la sua bellezza naturale, a strapiombi e montagne rocciose, fino alle bellissime spiaggie di acqua cristallina che presentano fondali ricchissimi di pesci di varie specie, quindi…..amanti dello Snorkeling…….è pane per i vostri denti!! 

Potete trovare sia spiaggie sabbiose che baie rocciose e calette nascoste o raggiungibili solo via mare, come la Baia di Anthony Quinn, situata a Ladiko, località dov’era situato il nostro Hotel (di cui spero di parlarvi in seguito) a 3 Km dalla Città di Faliraki, e a 17 Km dalla Città di Rodi, che è il più importante Centro abitato dell’Isola. 

**RODI CITTA’** 

Rodi ha in media circa 70.000 abitanti che diventano più di 500.000 nel periodo estivo. 
Qui le mura medievali che avvolgono la città ed i vari monumenti presenti, primo fra tutti il celeberrimo “Colosso di Rodi” ci riportano alla sua Tradizione storica, all’ epoca dei “Templari” che la fondarono, cioè i Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni. 

Non a caso le stradine denominate “Vie dei Cavalieri” , le cupole ed i minareti hanno conservato il loro nucleo medievale, e con le luci della sera l’atmosfera diviene ancora più suggestiva; per entrare nella fortezza si passa attraverso ” La porta della Libertà”, un vasto arco che sembra condurre in una dimensione più antica se non fosse per la presenza di negozietti e locali che la vivacizzano. 

Accanto alla parte vecchia di Rodi chiamata “Old Town”, attorno al Porto di Mandraki, si sviluppa la parte più commerciale e moderna di Rodi; leggenda vuole che su questa parte poggiasse originariamente il Colosso di Rodi; ovviamente questa parte è quella più movimentata, ricca di Ristoranti, negozi, Centri Commerciali. 

**FALIRAKI** 

La città dista circa 17 Km dalla città di Rodi e dall’aereoporto, ed è considerato, a ragione, la meta preferita del divertimento notturno e del turismo, ideale per i giovani e comunque un centro vivacissimo dove potete trovare di tutto: oltre ai classici negozietti di Souvenir, Ristoranti di tutti i tipi (compreso un ristorante Cinese…..), supermercati aperti fino a tardi , bowling e Luna Park per i più piccoli, c’è una via interamente costituita da Locali da Ballo, con Musica Dance ed Hip Hop a tutto volume , come una sorta di “Colonna sonora” dello Shopping …….. 

In questo contesto troverete delle avvenenti Signorine (molte), la maggiorparte di nazionalità inglese, e giovani uomini (pochi) che vi tenderanno dei veri e propri agguati armati di buono di consumazione nella speranza che voi entriate nel Locale, che all’inizio può essere anche divertente, ma tutte le sere a lungo andare costringe anche a vere e proprie gimkane……. 

Per quanto riguarda le spiaggie in questa parte potrete trovare delle immense spiaggie di sabbia dorata, attrezzate come tutti i stabilimenti balneari che si rispettano con Bar, Taverne per il Pranzo, Ombrelloni e sedie a sdraio, in questa zona forniti al prezzo di 8 Euro……si …….avete capito bene!! 

A dirla tutta queste spiaggie sono quelle dove abbiamo pagato di più, anche perchè è il Comune che ha la Concessione della Spiaggia e che mette le attrezzature a disposizione, e come potete intuire queste spiaggie sono quelle più turistiche e frequentate, se vi spostate verso Sud potete trovarne altre molto più tranquille ed incontaminate. 

Come ho detto prima il nostro albergo era in località Ladiko, distante 3 km circa in una posizione incantevole nel verde ed in una zona lontana e tranquilla rispetto alla vivacità notturna; a 650 metri, quindi comodamente raggiungibile a piedi, potete trovare la spiaggia di Ladiko (Ladiko Beach), attrezzata con ombrelloni e sdraio, costituita da ghiaia e ciottoli, mentre 200 metri più in là si può trovare la famigerata “Baia di Anthony Quinn”, una caletta rocciosa a terrazza non molto grande, anch’essa attrezzata con sdraio ed ombrelloni. 

Se siete amanti della tranquiilità il consiglio è di spostarsi verso Sud, passando attraverso 
“TZAMPIKA”, altra località meno turistica, con spiaggie di sabbia e dove esiste un Santuario che viene visitato dalle giovani coppie che desiderano figli affinchè venga loro donata la fertilità, “KOLYMBIA” con le sue calette di acqua cristallina ed anche la zona di “AFANTOU” fino ad arrivare nelle località di PEFKI, KIOTARI, e LARDOS , che sono dei piccoli centri lontano dal clamore del turismo che vivono prettamente di pesca ma dove potete lo stesso trovare delle spiaggie di ciottoli e ghiaia veramente incantevoli. 

Un discorso a parte meritano le città di Lindos e Prasonissi. 

** LINDOS ** 

Lindos è un grazioso paesino ed è nella zona più meridionale dell’ isola e dove si erge una Acropoli; sorge sulla baia che porta lo stesso nome e l’impressione che ne abbiamo avuto è quella di una piccola “Fortezza”; per accedere al Centro si passa attraverso una grande arcata medievale all’interno della quale si sviluppano le varie stradine con i negozietti tipici, locali, molte “Creperie” (per quelli che come me sono “Amanti delle crepes”, ne ho contate circa una decina….), ristoranti, gelaterie; vi consiglio veramente di visitarla, noi ci siamo stati nel pomeriggio e vi assicuro che l’ombra creata dalle mura che circondavano il Centro ci ha salvato dalla calura che possono portare 40 gradi di temperatura(per la cronaca si sono toccati anche i 44 gradi ……), ma vi consiglio di andarci la sera perchè deve essere ancora più suggestivo e romantico. 
Anche in questa zona le spiaggie sono di Sabbia ed attrezzate. 

** PRASONISSI ** 

Nella parte più estrema dell’Isola di Rodi , dopo un viaggio in moto “Estenuante” direi, durato 1 ora e 30 minuti, attraversando estese praterie dove i segni dei recenti roghi sono ancora visibili, arriviamo finalmente a CAPO PRASONISSI. 

E’ una sorta di penisola raggiungibile solo d’estate ed è il punto dove il Mar Egeo si incontra con il Mediterraneo ed è veramente una zona molto suggestiva, un lembo di terra in mezzo al mare. 

La zona è molto ventosa e quando arriviamo infatti c’è uno spettacolo di surfisti da una parte e dall’altra, nonchè di persone che praticano il “Kite Surf” (spero di averlo scritto bene….altrimenti si accettano correzioni….) e il cielo si colora di queste mongolfiere sull’acqua, l’impressione è quella di essere su una spiaggia di Malibù…..manca solo Pamela Anderson e le altre bagnine e bagnini di Baywatch……. 

Affrontiamo con la nostra moto una strada in salita che è di quanto più impervio ci possa essere, ma la fatica viene premiata dalla fantastica vista che ci si presenta; uno spettacolo di scogliere a strapiombo sotto i nostri piedi e di piccole calette. 

E’ una zona molto estesa, ci sono molti camper accampati, una spiaggia attrezzata poco distante, due Bar e due Ristoranti, alcuni Studios affittati……..e poi il nulla più assoluto, tanto che per raggiungere il primo centro abitato, Lardos, ci mettiamo circa 30 minuti. 

**ANCORA UN PAIO DI CONSIGLI** 

Ovviamente se volete girare per le varie spiaggie dell’isola vi consiglio caldamente il noleggio di un mezzo, se siete in due l’ideale è lo Scooter, la maggiorparte delle strade sono asfaltate, e poi, visto che per certe cose”Tutto il mondo è paese”, sarà molto più facile per voi trovare parcheggio a Rodi Città con un due ruote; ci sono moltissimi posti in tutta l’isola dove potete affittarli. 

I prezzi per il pranzo sono ancora molto abbordabili, io parlo solo del pranzo perchè quest’anno diversamente dagli altri abbiamo optato per una “Mezza Pensione” (Colazione e cena), in media in due pagavamo non più di 20 Euro, ma se posso consigliarvi scegliete sempre posti più periferici e meno centrali, sono i migliori. A Faliraki quello che mi è rimasto più impresso è “Zorba the Greek” (tanto come dire “Gennaro Esposito ” a Napoli), che si trova sulla strada principale fuori dal Centro di Faliraki e dai suoi locali; posto tranquillo, dove abbiamo mangiato particolarmente bene il pesce senza pagare uno sproposito…… 

Inoltre siccome molte spiaggie sono di ciottoli e roccie vi consiglio di acquistare un paio di scarpette da spiaggia, onde evitare di ferirvi la pianta del piede con le pietre, i prezzi variano molto e se girate nella periferia di Faliraki le potete trovare anche a 5 Euro, io personalmente le avevo pagate anni fa 7…. 

Non mi sono dilungata sui dettagli storici, ma esclusivamente sui posti che ho visto, sulla storia di Rodi ci sono molte opinioni ben scritte. 

Spero comunque di esservi stata di aiuto e di non avervi annoiato, e 
ringrazio fin d’ora chi avrà il fegato……e la pazienza di leggermi!!


Rispondi

0 commenti su “Rodi… tra storia e bellezza