Ok, siamo pronti? 
Scarpe comode…e occhiali da sole!

(ma no, non sono impazzita…lo so che siamo in febbraio. Ma, anche se è fattibile in qualsiasi giornata senza pioggia, questo bel giro ve lo consiglio in maggio-giugno  )

Ed il bambino nel seggiolino chi lo trasporta? 


Lui, ovviamente: i mariti li hanno inventati apposta con le spalle robuste (e anche le gambe in questo caso), per farsi carico delle cose pesanti! 

Inforchiamo le bici: pronti? VIA!!! 

Sono davvero tanti anni che faccio così: Rimini è fatta per andare in bici! 
Da un capo all’altro della città su 2 ruote rigorosamente non motorizzate. 

Partiamo dal lungomare di Rivazzurra- zona Rimini sud- e via, pedalando senza fretta verso il centro. 
E’ un bel pezzetto di strada fino a PIAZZA TRIPOLI (ah, già..adesso si chiama Piazza Marvelli), ma qui è pieno di piste ciclabili e questo ci consente di star al sicuro da tutti i novelli Schumacher che circolano per strada. 

 28507 5 Rimini Piazza Marvelli ex Tripoli

Arrivati in piazza, pedaliamo lungo tutta la rotonda e giriamo a sinistra verso il viale Tripoli (almeno quello si chiama ancora così) e ai semafori ci dirigiamo verso via Roma

Tagliamo per i giardini dei BASTIONI ORIENTALI, antiche mura della città. Questi parchi raccolgono numerosi dei miei ricordi di bambina prima, ragazzina poi. 
Corse scatenate nei prati, pattini a rotelle, passeggiate con la mia Luna (il mio pastore tedesco)…e vabbè, ammettiamolo, adolescenziali tenerezze ed effusioni seduti sull’erba. 

Usciamo dai giardini e ci fermiamo per un attimo ad ammirare l’ ARCO TRIONFALE consacrato all’imperatore AUGUSTO dal Senato nel 27 a.C. 

Rimini, Arco di Augusto 1


È il più antico arco romano rimasto quasi intatto. Sulla sua sommità doveva ospitare la statua dell’imperatore, ma nel medioevo, fu sostituita dalla merlatura che vi ammiriamo oggi. Segnava la fine della via Flaminia, la strada che collegava la città a Roma. 

Passiamo sotto l’arco e ci dirigiamo verso il corso d’Augusto, che è zona a traffico limitato (ZTL) e ci fermiamo a prendere un magnifico caffè (rigorosamente Illy) al Caffè dell’Arco. 

Dopo si prosegue verso PIAZZA TRE MARTIRI, un tempo dedicata a Giulio Cesare, che pare vi abbia pronunciato un celebre discorso alle sue legioni ai tempi del passaggio del Rubicone. Infatti la piazza ospita una statua bronzea del condottiero.

Dall’altro lato della piazza, particolare effetto ed affetto sucita un me il Tempietto, edificato agli inizi del Cinquecento, dedicato a Sant’Antonio da Padova in ricordo del miracolo della mula che egli fece geneflettere innanzi all’ostia consacrata. 

 Rimini Piazza Tre Martiri
Alcuni anni fa questa piazza era il capolinea del filobus della linea 11 dell’Atam (oggi TRAM), l’azienda di trasporti riminese, oggi invece anch’essa ZTL, dopo le scoperte archeologiche che rendono oggi visibili, sotto il manto stradale, le antiche strade di lastricato. 

Proseguiamo ancora per il corso e ci dirigiamo verso PIAZZA CAVOUR


Qui due volte a settimana (il mercoledì ed il venerdì) si svolge un grandissimo mercato, che occupa anche buona parte della zona circostante…appuntamento fisso ogni volta che torno. 
Al centro della piazza la statua di papa Paolo V e nelle vicinanze la fontana, ammirata e citata da Leonardo da Vinci l’8 agosto del 1502 (sulla quale infatti compare una targa in marmo con la citazione dell’artista). Suggestiva in prossimità della fontana la antica Pescheria, considerato l’alto valore commerciale che rivestiva anticamente la pesca per la città. 

54349 rimini rimini piazza cavour


La piazza ospita anche il PALAZZO DELL’ARENGO, del XIII sec., sotto il cui ampio portico si amministrava la giustizia ed all’interno del quale si riuniva l’assemblea del comune. 

Tagliando per via Gambalunga, che ospita un’antica e fornita biblioteca, passiamo per Piazza Ferrari , che ospita ancora attrattive archeologiche, con gli scavi (oltre a una gelateria di tutto rispetto) e di là per stradine interne, ci dirigiamo verso il duomo, meglio noto come TEMPIO MALATESTIANO, magistrale opera architettonica di Leon Battista Alberti. All’esterno il tempio mostra una luminosa facciata di marmo bianco, al quale risponde il contrasto della elegante penombra all’interno (la studiavo la storia dell’arte al liceo!) le cui navate ospitano niente meno che opere di Giotto (il crocefisso ligneo sull’altare) e di Piero della Francesca (dipinto raffigurante la genuflessione di Sigismondo Malatesta). 

tempio-malatestiano-rimini
Lasciato il duomo, passiamo dal MERCATO COPERTO, che ospita su due piani il mercato del pesce (se ci andate di sera verso le 18, comprerete le rimanenze di pescato a prezzi a dir poco irrisori, tipo le alici o gli scorfani a 0,50Euro, meno di mille lire!) e quello della frutta, oltre alla galleria laterale di vari negozi di alimentari. 

Riprendiamo da lì i giardini dei bastioni orientali e prendiamo la direzione del mare. Infatti senza uscire dal parco in bici si sbuca direttamente a Piazzale Kennedy (altezza bagno n.28) e da qui via verso il porto. 

Costeggiando il mare, passiamo innanzi un’altra “opera d’arte” a mio parere: il GRAND HOTEL, che è di certo l’albergo più bello che io abbia mai visto: 5 stelle, un parco immenso, un edificio monumentale spettacolare, che ha ospitato personaggi ed eventi di rilievo. Costruito all’inizio del ‘900, ho letto che rappresentava il simbolo del lusso della Belle Epoque per i suoi 4 piani, 200 stanze, giardini, terrazze e negozi. Di fronte ad esso la piazza ospitante la Fontana dei quattro cavalli. 

 grand hotel
Da ragazzine ci siamo “infiltrate” da un’entrata secondaria del Grand Hotel per cercare di individuare Simon Le Bon dei Duran Duran (ce la facemmo! E ci parlò persino: “Hi, girls”…e a noi pareva che ci avesse recitato la Divina Commedia). Ma date un’occhiata al sito che potrà di certo chiarire perchè non trovo le parole: http://www.grandhotelrimini.com 


Voilà! Passando davanti al Delfinario (ma non ve ne parlerò bene per scrupoli animalisti…) siamo arrivati al PORTO …ci andavamo a pescare da bambini, con le lenze attaccate ad un pezzo di sughero, che puntualmente si spezzavano quella volta tanto che beccavi un pesce più grande di una sardina! 

Porto canale di Rimini (maggio 2011)
Poi -passando sotto il suggestivo Faro– proseguiamo verso PORTO CANALE, che vede ormeggiate numerose imbarcazioni (l’impressione è un po’ di zona d’appartenenza V.I.P.) e poi continuiamo verso la zona di San Giuliano, che ci mostra ancora un po’ di cultura con il PONTE DI TIBERIO, il ponte romano sul fiume Marecchia che collegava il borgo di San Giuliano alla città. Il ponte fu iniziato da Augusto e completato da Tiberio all’inizio del I sec. d.C, come testimoniano le iscrizioni sui parapetti interni. Costruito in solida pietra, si sviluppa in cinque arcate sopravvissuto all’usura del tempo, a terremoti, alle piene del fiume, alle guerre…
ponte tiberio

Ok…ora sono davvero stanca di pedalare…abbiate pietà, ho bisogno di mangiare! Un negozio di piadine in giro non manca mai.

Il tour è finito e portiamo le stanche membra dove possano rifocillarsi…

What? Vi aspettavate forse una Rimini diversa? 

NOOO!!!! Mica credevate che Rimini fosse solo spiaggia e discoteche? 

Eh già…Dimenticavo forse di dirvi la cosa più ovvia: Rimini è spesso considerata capitale del turismo estivo: un lungomare lunghissimo (espressione un po’ cacofonica, ma efficace: pressocchè tutta spiaggia di sabbia fine, attrezzata nel migliore dei modi, fra ombrelloni, sdraio, cabine, fitness, giostrine per i più piccoli e campi da bocce e volley! Il mare non è il massimo, questo dobbiamo ammetterlo…) che parte dal porto (di cui poc’anzi) e finisce direttamente a Miramare, l’ultima frazione (a Rimini sud) confinante con la bella Riccione. 

al-mare-a-Rimini-
Tutto questo percorso (=il lungomare e la sua parallela: viale Regina Elena, via Vespucci ecc…) trabocca di pizzerie, pub, negozi di ogni genere in cui sbizzarrirvi con lo shopping fino a tarda ora, bar, tante gelaterie… 

Discoteche, dancing e balere danno l’occasione di divertirsi a suon di musica ad ogni età…possiamo ricordare il celebre Bandiera gialla, un nome fra tutti. 

Ed ancora luna park, piccoli e grandi e parchi di divertimento tematici (per esempio a Rivazzurra c’è Fiabilandia, parco dedicato ai più piccoli, A Viserba l’Italia in miniatura, nel quale potrete ammirare i maggiori monumenti italiani in scala ridotta…) e piccoli acquapark qua e là lungo le spiagge. 



Allora perchè finora ho trascurato di parlarvene? 
Semplice, signori… 
Quella Rimini, quella delle discoteche e della spiaggia, quella della folla a luglio ed agosto, un po’ caotica…beh, quella la conoscono tutti…

Questa invece era la MIA Rimini

 

______________________________________________________________________

A causa di problemi tecnici, le foto non sono di mia proprietà, ma  variamente estrapolate dal web. Spero di risolvere entro tempi brevi questa mancanza…


Rimini Rimini!!!

0 thoughts on “Rimini Rimini!!!

  • 24 febbraio 2013 at 12:30
    Permalink

    Adoro Rimini!!!! Ho fatto tante volte questo giro 

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 12:32
    Permalink

    Fantastico il tuo giro in bici, la tua Rimini me la sono gustata fino in fondo, altro che discoteche!! Tanti anni fa una bella pedalata me la ero fatta anch’io, noleggiando uno di quei
    trabicoletti a pedale per turisti e ne ho un ricordo proprio bello!

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 12:52
    Permalink

    Dopo una settimana di montagna mi ci voleva proprio una bella gita al mare!!! Bellissima descrizione, come sempre 🙂

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 12:57
    Permalink

    Molto bella! non ci sono mai stata, spero in foturo di visitarla.

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 13:03
    Permalink

    Amo molto questa bella città sia per ricordilegati alle ferie estive, sia in ambito lavorativo. Ed è vero, l’hanno inventata per andarci in bici!

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 13:26
    Permalink

    Ci sono stata,tanto tempo fa,spero di poterci tornare presto:)

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 13:28
    Permalink

    Sono stato a Rimini tanti anni fa e non ho visto un bel niente di quanto descritto. Va beh, ero giovane e mi interessava più il divertimento

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 14:05
    Permalink

    bellissima città, davvero un articolo interessante!

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 14:29
    Permalink

    Anche io preferisco la Rimini vista nella sua veste migliore, quella spoglia dal caotico assedio dei villeggianti. Bello questo articolo, interessante ed istruttivo. grazie. 

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 15:49
    Permalink

    Grazie per averci presentato la “tua Rimini”, io ogni anno vado a Rivazzurra…l’ho amata in ogni stagione…la cordialità dei romagnoli è unica e rara, come la voglia di rimettersi sempre in
    moto in ogni circostanza, quest’anno pero’ causa perdita lavoro…non ci potremo andare ma i ricordi sono indelebili per cui un pezzetto del mio cuore..sarà li

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 16:15
    Permalink

    Ah Rimini, ci ho lavorato nella mia addolescenza 🙂 però non ho avuto modo di visitare questi bellissimi posti, lavoravo in un hotel di Riva azzurra 🙂 se Dio vuole e ricapito dalle tue parti
    mi farò un bellissimo giro turistico visitando tutti questi bellissimi luoghi che mi sfuggirono 🙂

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 16:30
    Permalink

    i tuoi post mi fanno sempre emozionare  ed è sempre un pò come venire con te grazie

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 16:39
    Permalink

    La tua Rimini è anche un pò la mia…grazie per il tour, ci sono stata praticamente un secolo fa!:-)

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 17:42
    Permalink

    bellissimi questo post!! mi sembrava di essere in gita con te!

    non sono mai stata a rimini e credo che sia indegnamente associata sempre e solo alle sue spiagge ed al divertimento…mentre ho scoperto che c’è anche una bella cittadina da visitare!

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 18:58
    Permalink

    Adoro questo genere di post, praticamente è come se ci avessi portato con te! Devo proprio tornare a Rimini! 

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 19:09
    Permalink

    Rimini la conosco solo per le sue spiagge e l’attrattiva turistica balneare, non sapevo fosse così bella all’interno, un’occasione in più per tornarci!!!

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 19:14
    Permalink

    anche ionon vedo l’ora di andare in bici, attendo che le temperature siano più clementi. da quando è nato il bimbo non sono più andata a fare un giro, ma adesso il seggiolino è già montato sulla
    bici del marito!

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 19:19
    Permalink

    La città vecchia l’ho vista solo una volta e di fretta ma l’ho trovata molto carina, Rimini non è solo spiaggia e mare.

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 20:43
    Permalink

    Che bella Rimini,non l’ho mai visitata,ma sarei curiosa di andarci. Bel post molto dettagliato e illustrativo

    Reply
  • 24 febbraio 2013 at 21:37
    Permalink

    sono stata a Rimini in gita in terza media, sono trascorsi molti anni, ma conservo un bel ricordo di questa città

    Reply
  • 25 febbraio 2013 at 7:59
    Permalink

    sono stata a Rimini alcuni anni fa è tutto sommato mi è piaicuta

    Reply
  • 25 febbraio 2013 at 12:58
    Permalink

    Da bambina venivo spesso a Rimini in vacanza è una gran bella citta’ sopratutto l’estate!

    Reply
  • 25 febbraio 2013 at 13:25
    Permalink

    Proprio un bel giretto 🙂 anche a me piace andare in bici ! 

    Reply
  • 25 febbraio 2013 at 21:40
    Permalink

    Questo lato culturale di Rimini non lo conoscevo affatto e devo dire che mi piace moltissimo!

    Dev’essere bellissimo esplorarla in bicicletta, mi viene tanta voglia di estate e di sole!

    Bellissimo il Duomo, molto singolare la sua struttura architettonica *_* sai che non ne ho mai visto uno di simile?

    Come sempre le tue informazioni sono dettagliate ed interessantissime…se dovessi andare da quelle parti di sicuro prima mi ripasserò questo tuo post!

    Grazie e un abbraccio!

    Reply
  • 25 febbraio 2013 at 23:46
    Permalink

    e molto bella Rimini io non ci sono mai stata ma di sicuro e una citta che visitero  breve 

    Reply
  • 26 febbraio 2013 at 1:13
    Permalink

    wow rimini mi ha sempre affascinato.. se un giorno realizzerò il mio sogno voglio visitare tutte le città dell’italia e questa sarà una delle prime

    Reply
  • 26 febbraio 2013 at 8:56
    Permalink

    Rimini è una bellissima città! CI sono stata molte volte!!! 🙂

    Reply
  • 26 febbraio 2013 at 9:38
    Permalink

    ma dai anche la musichetta romagnola..fantastico! a rimini ci ho fatto qualche vacanza estiva e adoro il clima che si respira ma non l’avevo mai scoperta turisticamente

    Reply
  • 26 febbraio 2013 at 10:57
    Permalink

    pensavo sempre a rimini come citta’ caotica marattima per me che ho 4 figli piccoli,ma devo ricredermi me l hai fatta vedere in modo diverso

    Reply
  • 26 febbraio 2013 at 13:37
    Permalink

    che bella Rimini! ci sono stata parecchie volte, sono  andata anche a visitare  l’italia in miniatura: bellissima! c’era anche il ns casino  in piccolo, troppo carino!

    Reply
  • 27 febbraio 2013 at 23:03
    Permalink

    Sono stata a Rimini molti anni fa. Sai che non ricordavo fosse così bella? Devo tornarci 🙂

    Reply
  • 30 dicembre 2015 at 0:31
    Permalink

    Hello Web Admin, I noticed that your On-Page SEO is is missing a few factors, for one you do not use all three H tags in your post, also I notice that you are not using bold or italics properly in your SEO optimization. On-Page SEO means more now than ever since the new Google update: Panda. No longer are backlinks and simply pinging or sending out a RSS feed the key to getting Google PageRank or Alexa Rankings, You now NEED On-Page SEO. So what is good On-Page SEO?First your keyword must appear in the title.Then it must appear in the URL.You have to optimize your keyword and make sure that it has a nice keyword density of 3-5% in your article with relevant LSI (Latent Semantic Indexing). Then you should spread all H1,H2,H3 tags in your article.Your Keyword should appear in your first paragraph and in the last sentence of the page. You should have relevant usage of Bold and italics of your keyword.There should be one internal link to a page on your blog and you should have one image with an alt tag that has your keyword….wait there’s even more Now what if i told you there was a simple WordPress plugin that does all the On-Page SEO, and automatically for you? That’s right AUTOMATICALLY, just watch this 4minute video for more information at. Seo Plugin

    Reply

Rispondi