Pulli 002



LOVE BIRDS: INSEPARABILI

  

Oggi vorrei condividere con voi una delle mie recenti passioni, ossia l’allevamento di uccellini. Premetto che amo gli animali ma vivendo in appartamento e lavorando tante ore al giorno ho optato per animali da compagnia autonomi. (o quasi) .
Non avrei potuto prendermi cura di un cane o di un gatto avendo poco tempo e spazio da adibire a loro. Sarebbe stato a mio avviso egoistico tenere un animale forzatamente in appartamento non avendo la possibilità di accudirlo a dovere. Il cane avrebbe sofferto non potendo uscire all’aria aperta ed il gatto non potendolo educare sicuramente avrebbe rovinato tende e divano con i suoi artigli.
Ho iniziato casualmente quando un cocorito ha scelto la nostra veranda per ripararsi dalle intemperie
Dopo aver iniziato mi sono fatta prendere la mano ampliando l’allevamento con altre specie calopsiti e Inseparabili Roseicollis .
Vi parlerò di loro in questa opinione.

Inseparabili

Sono dei simpatici volatili appartenenti alla famiglia Psittacidae ed al genere Agapornis esistono 9 tipologie appartenenti a questo genere. Questi sono:

1)Agapornis roseicollis o inseparabile dalla faccia rosa(oggi però esistono mutazioni faccia bianca, faccia arancio)
2)Agapornis Fischer o inseparabile di Fischer
3) Agapornis personata o inseparabile mascherato

Le prime tre sono le più diffuse e allevate, ho elencato le specie in base alla loro diffusione. Le altre sono:

4) Agapornis taranta o inseparabile ali nere
5)Agapornis pullaria o inseparabile dalla faccia rossa
6)Agapornis lilianae o inseparabile di Shelley
7) Agapornis cana o inseparabile del Madagascar
8)Agapornis nigrigenis o inseparabile dalla faccia nera
9)Agapornis swinderiana o inseparabile dal collo nero

Tutte queste specie sono originarie dell’Africa, per evitare il commercio clandestino e prelievi dai luoghi d’origine vi è in Italia una severa regolamentazione per la detenzione di questi volatili.
Tutti gli inseparabili (ad eccezione dei Roseicollis)devono avere il foglio di cessione Cites e anellino di riconoscimento F.O.I ( Federazione Ornitologica Italiana ).
La mancanza di questi può comportare delle multe severe (3000- 4000) da parte della forestale. Ogni nascita cessione o decesso deve essere tempestivamente comunicato all’ente.
E’ importante a mio avviso acquistare il soggetto quando sono presenti questi requisiti.
Questi volatili chiamati comunemente Inseparabil o lovebirds devono il loro nome al comportamento che adottano. Sono dei volatili che amano stare in coppia, sempre vicinissimi, stanno sempre sullo stesso trespolo e si scambiano effusioni.
L’unione è stabile, una volta formata la coppia staranno sempre insieme fino alla morte.Solitamente vivono più di dieci anni. Soffrono la solitudine un soggetto lasciato solo può addirittura sviluppare dei comportamenti anomali segno di intenso malessere.

  

 

I miei Inseparabili Roseicollis

La mia avventura e conoscenza con questa specie è avvenuta quasi per caso.
In precedenza avevo acquistato una coppia di volatili chiamate Calopsiti, mi era stata venduta come coppia ed invece con il tempo e con una ricerca accurata ho scoperto che si trattava di due soggetti dello stesso sesso( maschi).
L’allevatore disonesto ha approfittato della mia ignoranza in materia per attuare il suo imbroglio, penso che il soggetto del sesso opposto non lo possedesse. Posso asserire questo poichè con più calma mi sono documentata scoprendo quali sono le differenze(ben evidenti) tra i due sessi. Dopo l’acquisto incauto dovevo trovare una soluzione.

Potevo con due soggetti maschi attuare differenti comportamenti:

1) Acquistare due femmine

2) Uno scambio.

Ho optato per la seconda ipotesi però non ho trovato il soggetto femmina e sfogliando degli annunci online mi sono incantata quando ho visto un simpatico volatile un’ Inseparabile Roseicollis. Da quel momento ho deciso che dovevo averlo così ho ceduto una Calopsite ed ho avuto il mio inseparabile.

 

 LEM

Lem

 

Lem  :  Un uccellino grazioso, ha una corporatura piuttosto massicia ed il suo corpo è piuttosto compatto e dalle dimensioni ridotte. Ho acquistato il soggetto quando aveva quattro mesi, le sue dimensioni al massimo arriveranno a raggiungere i 16 centimetri. E’ un faccia rosa, questo colore si intensifica con la crescita. Diventa rosso in alcune aree quali la zona sopra gli occhi(fronte)e sfumato rosa nella parte del viso,collo e delle guance.Gli occhi sono grandi, posti lateralmente e sono contornati da delle piumette bianche. L’espressione è molto vivace.
Esistono diverse colorazioni, quella esistente in cattività è Ancestrale ‘ si tratta di un bel verde prato, presente sul dorso, sulle ali e sulla nuca. Le ali sono verdi ma presentano alcune sono nere nella porzione inferiore. Il Codrione( parte presente nel sottocoda) è di un azzurro intenso. Lem il mio Roseicollis è invece un verde oliva, quindi la colorazione del dorso è più scura . Presenta un becco robusto giallo verdastro all’apice mentre sulla punta è nerastro. Ahimè ho avuto anche modo di provare la robustezza dello stesso quando l’ho trasferito da una gabbia all’altra. Impaurito e non essendo addomesticato ha afferrato il mio dito(protetto dal guanto) con molta energia.

Sarà maschio o femmina? . Questa domanda non ha trovato subito una risposta e così sono incappata nel primo errore.



Questi volatili non presentano dismorfismo sessuale, non è possibile dunque in base all’osservazione del soggetto stabilirne il sesso.
Informandomi ho scoperto che esistono due metodi affidabili per sessare i soggetti:

1) Sessaggio Endoscopisco : consiste nel prelevare dal soggetto un pezzo di tessuto muscolare dal quale poi si eseguirà un analisi del DNA ( è poco usato in quanto è molto invasivo e doloroso). Questa procedura viene eseguita da un veterinario aviario.

2) Sessaggio Molecolare : E’ necessario staccare 4-5 piume dal sottocoda (su soggetti con età compresa tra 30gg fino agli adulti) e inviarle ad un laboratorio di analisi del DNA (metodo molto in uso in quanto meno invasivo e per niente doloroso).

Metodi non attendibili:

3) Metodo Casareccio : Si deve palpare il bassoventre del soggetto e se le ossa pelviche sono distanti trattasi di una femmina (in quando le ossa così distanziate consentirebbero il passaggio delle uova), mentre se fossero vicine trattasi di soggetto maschio.

4) Osservazione comportamentale : Quello da me erroneamente adottato.
Dicono che i soggetti attuino dei comportamenti differenti. La femmina ad esempio è solita incastrare nel groppone il materiale per il nido.

Personalmente io mi ero convinta che si trattasse di un soggetto femmina poichè si scambiava bacetti con un cocorito maschio suo vicino di gabbia.

Naturalmente da profana ero convinta al 100% del mio infallibile metodo così ho acquistato il compagno:

ROGER

Roger

Roger : Pensai di essere a posto. Finalmente ho il mio bel soggetto Ancestrale portatore del fattore Cannella, una mutazione sessolegata. Tutti i soggetti femminili (figlie di Roger) avranno una colorazione verde tendente al giallo. Acquisto l’esemplare, molto bello dai colori chiari e vivaci. Questo ha l’anellino FOI, impresso ha il codice dell’allevatore e l’anno del nascituro. Ho messo insieme i due soggetti e subito li vidi affiatarsi. Dissi: “Bene bene, ora metto il nido”. Misi il nido e vidi che i soggetti entravano, si scambiavano effusioni ed erano sempre incollati. Non mi rimane che aspettare pensai, fino a quando un giorno vidi qualcosa che mi sconcertò. Ci rimasi male quando Lem tentò di accopiarsi con Roger, capì allora che erano due maschi.

PUFFY

puffy

 

 

Puffy  : Delusa ed amareggiata decisi di acquistare la femmina.
IL soggetto come potete vedere dalla foto è una mutazione, appartiene alla serie avorio-blù la faccia è bianca con delle piumette rosa (color salmone) sulla fronte. La colorazione del piumaggio del corpo è un incrocio tra un aqua(avorio blu) e un turquoise (avorio blu faccia bianca) per questosi chiama: Aquatorquise .
Pensai Roger è maschio di sicuro poichè era stato sottoposto dall’allevatore al sessaggio molecolare, Lem sarà maschio? Non ero convinta al 100% non avevo certezze assolute. Acquistai la femmina, la misi nella gabbia con gli altri soggetti ed avvenne un fatto stranissimo. Roger era felice, Lem invece si accaniva contro il soggetto beccandolo nelle zampette.
Lessi su internet che le femmine sono molto territoriali e che ponendo due soggetti nella stessa gabbia si possono avere dei litigi molto aggressivi addirittura mortali. Tolsi Lem e pensai…. Sarà allora femmina?
perchè ha avuto questa reazione?
Non potevo vivere nel dubbio, aiutata da mio marito abbiamo tolto quattro piumette dal sottocoda, le abbiamo messe in una bustina trasparente e abbiamo spedito il tutto ad un laboratorio che si occupava del sessaggio molecolare. Naturalmente compilando dei moduli ed allegando la ricevuta del pagamento.
Certezza assoluta, dopo qualche giorno è arrivato il responso via mail. Il soggetto è maschio. Mi si era formata una coppia dello stesso sesso, erano affiatatissimi.

 

Ora Lem è in una gabbia da solo e nell’altra ho la coppia. Deciderò se venderlo o se acquistare una compagna.

 

Arrivano i pulli

La coppia Roger – Puffy si è affiatata, ho messo loro il nido. Del materiale di riempimento come salice e fili di cotone. La pianta del salice è da loro utilizzata in natura, sonosoliti smembrare la corteccia, la riducono in filamenti sottili e riempiono di questo materiale il loro nido.

Le uova si schiudono ed i piccoli sono sani e robusti.

 

Consigli ed errori da non fare durante l’ allevamento

Iniziamo dai miei errori:

Sessaggio : Fate sempre sessare il soggetto, non fidatevi dei venditori o degli allevatori poco esperti. Non essendoci dismorfismo sessuale l’unico metodo infallibile da me consigliato è il Sessaggio molecolare.

Promiscuità : Non mettete altri soggetti di differenti specie nelle gabbie dove sono alloggiati loro. L’inseparabile che avevo isolato ha ferito mortalmente un’altro volatile. Attenti dunque!

Nido : Come vedete dalle foto ho messo loro un nido per cocorite, questo non va bene poichè è troppo piccolo. E’ mia intenzione aspettare la schiusa delle uova e trasferire i soggetti in un nido più grande. Questo per evitare schiacciamenti e per consentire all’altro genitore di entrare.Le misure consigliate sono: L25x18Hx15P.
non potrei effettuare l’operazione ora poichè la femmina potrebbe abbandonare la cova delle uova se ritenesse il nido non sicuro.

Gabbia : La gabbia che ho scelto io è anch’essa un pochino troppo piccola, dovrò acquistarne un’altra per permettere ai soggetti di volare, arrampicarsi ecc.ecc.

Ora i consigli:

Alimentazione : Questa deve essere variegata. Si nutrono con semi misti: miglio, scagliola, panico, semi di girasole ecc. Va somministrata frutta e verdura. I miei adorano le mele ed i finocchi crudi.
Naturalmente va inserito sempre l’osso di seppia per l’apporto dei minerali.
Sopratutto nel periodo riproduttivo va somministrato il pastoncino all’uovo ed i semi germogliati. Devo anche provare a dargli dei legumi come mi è stato consigliato dal venditore, questi devono essere precedentemente cotti.
Importantissima l’acqua, questi bevono molto ed è necessario che abbiano sempre l’acqua fresca e pulita.

Pulizia gabbia : E’ necessario puilire la gabbia giornalmente, si possono utilizzare fogli di giornale per ricoprire il fondo oppure acquistare dei fogli sabbiati che si trovano in commercio. Anche gli abbeveratoi e le mangiatoie devono essere costantemente lavate per evitare l’insorgenza di muffe e parassiti.

Giochini Questi simpatici amici amano giocare, potete mettere nella gabbia dei giochini in cordoncino e legno oltra alla classica altalena.

Attenti alle vie di fuga Avendo gli Inseparabili un bel becco robusto è necessario controllare le porte(meglio quelle a molla) ed inoltre occorre chiudere il nido o con un chiodino a vite oppure con un bell’elastico robusto.

Piumaggio : Segni di malessere sono visibili se il piumaggio è arruffato, depiumato o dal colore spento. Osservate i vostri uccellini e dedicate loro del tempo sono socievoli e comunicativi. Emettono dei brevi suoni che variano in base al tipo di situazione.

Osservate il comportamento : Un comportamento mite e giocoso è quello che deve avere il vostro piccolo animale, se notate segni di nervosismo od aggressività del soggetto dedicategli più attenzione.

Sole e panorama : Sono curiosissimi ed abituati alla luce del sole, è importante quando le temperature non sono elevate porre gli uccellini al sole e preferibilmente in alto in modo tale da permettergli di godersi il panorama. Vi ripagheranno delle vostre attenzioni arrampicandosi sulla gabbia e facendo dei suoni particolari. Sono degli atteggiamenti di gratitudine.

Quando non ci siete : Lasciate loro del cibo e dell’acqua a disposizione e cercate almeno ogni tre giorni di far andare qualcuno di vostra conoscenza.

 

 





Inseparabili: Love Birds

0 thoughts on “Inseparabili: Love Birds

  • 12 settembre 2012 at 17:50
    Permalink

    rapirò il tuo amato Poppy! :DD bellissimi, complimenti Cry.

    Reply
    • 13 settembre 2012 at 16:07
      Permalink

      ehmmmm Poppy no!!!Poi mi tocca vedere da sola i video su youtube :-(((. Grazie cara. ^______^

      Reply
  • 12 settembre 2012 at 19:38
    Permalink

    Complimenti all’autrice dell’articolo, molto molto convincente e coinvolgente. 😀

    Reply
    • 13 settembre 2012 at 16:06
      Permalink

      Mi fa piacere che sia emerso il mio amore per questi pennuti. Grazie ^_______^

      Reply
    • 13 settembre 2012 at 16:05
      Permalink

      Ciaoooo ^________^ Mi trovi anche quì, con i miei amati volatili.

      Reply
  • 13 settembre 2012 at 16:16
    Permalink

    Meravigliosi!!!Fantastica esperienza la tua, i tuoi amici sono davvero una bella compagnia!

    Reply
    • 13 settembre 2012 at 16:23
      Permalink

      Grazie ^______^, danno da fare ma ripagano con gli interessi.

      Reply
  • 13 settembre 2012 at 16:27
    Permalink

    Che articolo meraviglioso Cri, i tuoi amici sono davvero splendidi!!!

    Reply
    • 13 settembre 2012 at 16:32
      Permalink

      Grazie ^_______^. Presto ne parlerò ancora, lì manca il super coccolone.

      Reply
  • 13 settembre 2012 at 17:50
    Permalink

    Sono bellissimi!!!Li voglio,anch’io:)))

    Reply
    • 16 settembre 2012 at 13:58
      Permalink

      ^_______^ Aspettiamo altri figlioletti. Vieni a prenderli?

      Reply
    • 16 settembre 2012 at 13:59
      Permalink

      ^_______^ Grazie. E’ abbordabile il prezzo, pensa al costo dei pappagalli grandi.

      Reply

Rispondi