foglia d’autunno


Foglia umidiccia di pioggia autunnale,

ingiallita, smorta, ormai moribonda,

appesa ad un filo invisibile,

ostinatamente continui a ciondolare

da quel ramo che oramai spoglio trema 

scrollato da un  vento pungente e crudele.

 

Rotei su te stessa come ballerina impazzita,

rallenti pian piano e poi ti fermi di colpo,

 ti sei forse accorta di me che ti osservo?

O forse hai solo compreso che il tuo tempo è finito….

 

Riprendi a girare ora più stancamente,

un balletto d’addio tristemente svogliato,

ti sposti a destra e sinistra, in assenso e dissenso,

in un valzer fogliesco quasi privo di senso.

 

Tremolante ma fiera compi ancora due giri, 

poi una botta di vento ti spintona di fianco

recidendo quel filo  che ti fa agonizzare.

 

 Leggera, ti libri nell’aria fresca e pulita

di questa giornata d’ottobre dipinta, 

tra piroette e volteggi leggiadri,

pallida e triste ti abbandoni al destino.

 

Sospinta dal vento, riprendi il tuo ballo,

danzando distratta oh farfalla ubriaca!

Percorri un bel tratto e quasi ci credi

che possa durare per sempre il tuo volo.

 

D’un tratto è silenzio e tutto si ferma,

il vento si placa e di colpo ti arresti, 

sospesa in attesa per un eterno secondo.

 

Un raggio di sole ti sfiora in quel mentre

mettendo in risalto il tuo giallo pallore.

 

 Senza più piroettare pigramente discendi,

cullandoti dolce nell’azzurro del cielo 

percorso da nuvole gravide e scure 

e uccelli che migrano in paesi lontani. 

 

Sei stanca, morente, ti lasci cadere 

adagiandoti lieve sul terreno bagnato,

cosparso di foglie dai tanti colori, 

 dal bruno all’arancio, al rosso marrone,

al giallo sbiadito e chiazzato di scuro.

 

      Oh foglia d’autunno, rassegnata ora sei,

 sul tappeto di morte e colore unendoti vai.

 

 

     foglie-autunno

 

 


Rispondi

0 commenti su “foglia d’autunno